Partorire me stessa!

Pubblicato da giorgiagiacomini il

Sono stata assente per un po’ dal web e dai social, perché ho passato diverse giornate di “ritiro spirituale”, ho avuto paura, per situazioni personali di salute, ho ascoltato fino in fondo il mio corpo e la paura della sua natura effimera.

Ho vissuto emozioni profonde, ho sciolto nodi e voti antichi, tagliando e sciogliendo anche i miei capelli. Così come un anno fa ho voluto tessere i nodi dei miei dreads, così come Aracne tesse la tela, intuendo che avrebbero fatto da setaccio (non immaginavo neanche quanto!), ora li ho sciolti e tagliati all’interno di un intenso e lungo rituale psicomagico.

Forbici e Pettine, da sempre sono utensili sacri, le prime separano ciò che rimane da ciò che lasci andare, il secondo scioglie i nodi, slega legami, scioglie patti e libera da vincoli, districa ciò che non fluisce liberamente, e porta bellezza!

Ho bruciato nel fuoco i miei capelli, con l’intenzione di bruciare, lasciar andare e trasformare tutto quello che mi appesantiva, che mi bloccava, tutto ciò che derivava da legami malsani, in vari ambiti della mia vita, dalle relazioni all’amicizia, dalla spiritualità al lavoro. Ho bruciato e rimandato indietro ogni proiezione agganciata a me, che mi uncinava alla responsabilità di altri, che mi uncinava del mio vecchio ruolo di guerriera schermata, combattente e schiava di cause altrui…

In questo periodo trasformativo la mia armatura si è sciolta, ho sperimentato l’aprire di nuovo il vaso pianto delle emozioni, ho ricominciato a sentire, tutto! L’Amore, la Paura, la Rabbia, la Gelosia, l’Amore, l’Amore… Non credevo di esserne più capace!
Ho pianto, ho singhiozzato, tutte le mie lacrime, ho guardato in faccia ogni mia Ombra, anche la Morte stessa! Benedicendo ogni singolo pensiero, ogni emozione o intuizione che mi attraversava…

E poi… libera… mi sono sentita vuota e libera! Non più definita in un ruolo, solo me stessa, solo Giorgia!
Piano piano, nuda, così come sono, ho iniziato a guardare intorno a me, a scegliere di nuovo i miei Si e i miei No!
Ora c’è spazio per Essere davvero!

In questo spazio stanno prendendo forma progetti d’Amore, in cui l’Amore per me stessa guida ogni passo, in cui non ho più paura di mostrarmi, di brillare, in cui condivido strumenti d’Amore, d’Amore per sè stessi prima di tutto, Amore vero, Amore responsabile, Amore libero e onesto, Amore per tutte le parti di noi stessi, comprese quelle più ripugnanti, che abbiamo sempre negato e nascosto…
Amore completo per la me stessa completa!

È stato un lungo, difficile e doloroso travaglio, in cui finalmente per la prima volta dopo secoli mi sono data il permesso di essere Ostetrica solo di me stessa, Levatrice della mia anima e del mio corpo, e finalmente, ho partorito me stessa!

Benvenuta Giorgia ! Ti amo! 

E tu dici mai a te stessa/o “Ti amo!”? Hai mai avuto un’esperienza di trasformazione così profonda?

Lo so, è una cosa molto impegnativa, implica tanto lavoro su di se, strumenti per conoscersi a fondo, e per sostenersi, senza rischiare di affondare nelle paludi della tristezza (cit.). Siamo esseri complicati, e, credo, nati per evolvere, per trasformarci e crescere… Questo è quello che voglio portare con il progetto di questo spazio virtuale. Questa è la Via delle Spirali Rosse, imparare a riconoscere le Spirali Rosse, le iniziazioni, le prove, i doni, e i “miracoli” di cui è costellata la nostra vita, basta riuscire ad accorgersene!

Scopri di più su una di queste Spirali Rosse, il Ciclo Femminile, e leggi sul mio blog di come questo possa essere vissuto per quello che è: un prezioso strumento di crescita, ispirazione, e Amore per noi stesse!

Per assecondare le fasi più profonde e difficili e godere appieno dei momenti in cui il ciclo Energetico è ai massimi livelli, scarica subito il mio Calendario Lunatico 2019, e inizia il percorso per ascoltarti e conoscerti di più!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.